Articoli di giornale

Punto Stampa – 29 ottobre 2014

CasateOnLine – 21 settembre 2011

Giornale di Merate – 24 giugno 2014

Punto Stampa – 10 giugno 2014

Protagonisti del XIX secolo

Viaggio tra i colori

A colpire nei quadri è il cromatismo, sia in quelli monocromatici (belli i blu) sia in quelli pluricromatici (molto “sentito” il rosa).

Il materiale sono pezzi di stoffa manipolati per ottenere rughe, grinze, solchi quali metafore del dolore umano. Affrontato con quella liricità che è essenzialità ed armonia, che rende bello ciò che appare e “scopre” il dramma dell’esistere attraverso linee, superfici, volumi. Ma la mostra propone anche un nutrito gruppo di sculture, con tecniche diverse e un notevole movimento interno nelle opere migliori.

Elena Guerrisi, Lissone (Mi), personale Circolo Grasch

di Felice Bonalumi, MilanoViva, giovedì 11 marzo 2004
Consacrata la chiesa di San Nicola

L’arcivescovo mons. Giovanni Ferro, metropolita della Calabria, ha consacrato al culto la chiesa di San Nicola a Vito Inferiore. Alla funzione ha assistito una folla di fedeli. Era presente, tra gli altri, il consigliere regionale, dott. Intrieri.

Il progetto della sistemazione interna del tempio è del geometra Francesco Papandrea, mentre i pannelli e i bassorilievi sono della scultrice Elena Guerrisi, alla quale il presule ha rivolto parole di compiacimento per il lavoro portato a termine.

Nei pannelli in cui sono state riprese scene del Vecchio e Nuovo Testamento, i piani plastici sono arrotondati ed a volte martellati. La linea è decisa. Il modello è ricco di ombre e di luci che, a volte si fondono conferendo un interessante effetto cromatico. Nei pannelli non vi sono regole di prospettiva: i personaggi sono posti su una linea unica, tuttavia il senso di spazio è assicurato dal continuo sbalzare dei piani.

Elena Guerrisi, nonostante sia giovane, si è già imposta all’attenzione dei critici altamente qualificati. Le sue opere figurano in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

dall’Arcivescovo mons. Giovanni Ferro, Gazzetta del Sud, 1970